1st mag, 2012

REGIONE LAZIO: Calendario scolastico 2012/2013. Si parte il 13 settembre

La Regione Lazio, con lodevole anticipo rispetto all’anno scorso, su proposta dell’Ass. rato alla P.I. e previo accordo con tutti gli Uffici e gli Enti interessati, ha fissato il Calendario per l’anno scolastico 2012/2013. Da tale concordato è disceso che:

  • l’apertura del prossimo anno scolastico è stata fissata per giovedì 13 settembre;
  • la chiusura è stata fissata per il 12 giugno 2013 per le scuole del I e del II ciclo, mentre per le scuole dell’infanzia il termine è previsto per il 29 giugno.

La sospensione delle lezioni è, ovviamente, prevista per tutte le festività nazionali e, inoltre, per:

  • le vacanze natalizie dal 24 dicembre 2012 al 5 gennaio 2013;
  • le vacanze pasquali dal 28 marzo al 2 aprile 2013.

Il Calendario Regionale del Lazio contempla anche due ponti:

  • il primo dal 1 al 3 novembre 2012 compreso
  • e il secondo dal 25 aprile al 27 aprile.

Il Calendario così strutturato garantisce il monte ore annuale stabilito per un totale di 209 giorni di lezione. Ogni Istituzione scolastica autonoma, previ motivati pareri e giuste delibere dei propri Organi Collegiali* (Collegi dei Docenti e Consigli d’Istituto) e in stretta connessione e coerenza con il proprio P.O.F. (Piano dell’Offerta Formativa), potrà deliberare d’introdurre qualche modifica (es. sull’anticipo della data di apertura, non di chiusura che è competenza del M.I.U.R.), sospendere le attività didattiche curricolari (da salvaguardare in un minimo di 200 gg. per la validità legale dell’a.s.) per realizzare attività non curriculari. Di fatto, in ogni caso, non si potranno concedere ulteriori giorni di vacanza di cui non sia stata prevista, in diritto, la loro simmetrica compensazione.

_________________________ 

*N.d.R.: Gli Organi competenti a deliberare qualche modifica, a parere dello scrivente, saranno senz’altro i nuovi Consigli d’Istituto che, in moltissimi casi, attualmente ancora non esistono per effetto dei provvedimenti (L.n. 111/2011, art.19, e 183/2011) sul dimensionamento scolastico che entreranno in vigore dal 1 settembre p.v. Agli attuali Consigli non sembra sia da riconoscere la competenza giuridica a decidere per le nuove aggregazioni, formazioni, costellazioni di scuole. Ma i nuovi Consigli si potranno insediare soltanto a seguito del varo dell’a.s. e dell’indizione di nuove elezioni su misura per i nuovi Istituti così conformati. Tanto premesso sembrerebbe immodificabile, per quest’anno, almeno la data del 13 settembre fissata dalla Regione Lazio per l’apertura del prossimo a.s. A meno che l’Istituto scolastico non abbia subito modifiche di sorta e il Consiglio già legittimamente espresso continui ancora ad operare. (A cura di Sergio Andreatta, decano dei dirigenti scolastici).

I Commenti sono chiusi.

Categorie